Skip to content

Cinicamente parlando (della crisi)

4 gennaio 2009

La notizia data da Fudzilla, e ripresa ieri da Repubblica, sul fatto che Microsoft sarebbe pronta a licenziare 15mila persone mi sembra molto diversa rispetto a quella di alcune settimane secondo la quale 16mila posti verranno tagliati in Sony.

Nel primo caso, infatti, il colosso di Redmond non produce nulla di materiale (a parte la poco importante divisione hardware). Ciò significa che Microsoft licenzierà (se lo farà, per ora il management non ha commentato l’indiscrezione) soprattutto softwaristi, sistemisti, grafici e così via. Insomma non “semplice” manovalanza ma “teste” determinanti nel processo di sviluppo di un prodotto. Il 50% delle persone licenziate da Sony verrà invece soprattutto dalla chiusura di qualche fabbrica in Cina.

E’ chiaro che il dramma personale di ognuna delle 31mila persone licenziate è lo stesso (soprattutto per i dipendenti a basso reddito). Ma è altrettanto chiaro che i 15mila (eventuali) licenziamenti di Microsoft sono più “pesanti” di quelli di Sony e più “emblematici” della crisi che le grandi aziende stanno vivendo. Tanto che nel primo caso pare che “Ballmer voglia cedere Msn e le sue operazioni online a Yahoo in cambio di una partecipazione in quel gruppo”. Mentre nel caso di Sony si parla “solo” della chiusura di stabilimenti e di alcuni progetti non centrali nel business dell’azienda giapponese.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: